Aspiranti docenti. Come entrare in graduatoria

Il mondo della scuola ha bisogno di nuova linfa. E di insegnanti che possano sopperire alle gravi carenze di personale determinatesi anche a causa della pandemia. Molti docenti over 50 sono infatti soggetti fragili e hanno dovuto rinunciare a sedere in cattedra. Per altri, purtroppo, è stato proprio il contagio a rendere vacanti i posti. Ma la scuola italiana sconta anche tanti ritardi burocratici e nei concorsi per l’inserimento di nuovo personale. Per chi non ha partecipato all’ultimo concorso c’è comunque la possibilità di inserimento nelle graduatorie provinciali dette anche Gps. Ma per accedervi è necessario essere in possesso dei cosiddetti 24 cfu, cioè crediti formativi che rendono possibile esercitare l’insegnamento.
Le Graduatorie Provinciali e di istituto sono stilate dai dirigenti scolastici a cui attingono per l’assegnazione delle supplenze sia brevi che annuali. L’Aggiornamento permette l’inserimento di nuovi docenti in graduatoria.
Oltre al necessario titolo di studio, quindi, è necessario il possesso di almeno sei crediti in tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.
E visti i tempi la modalità migliore per acquisire i 24 cfu è sicuramente quella online.
E’ possibile acquisire i 24 CFU per l’insegnamento riconosciuti dal MIUR ad un costo estremamente contenuto con una modalità di studio innovativa che consente di gestire l’acquisizione delle nuove competenze comodamente da casa, in totale autonomia, attraverso corsi strutturati da docenti qualificati, fruibili su una Piattaforma e-learning disponibile 24h al giorno, con un Tutor sempre disponibile e l’esame finale completamente online . Tutto il Materiale necessario sarà disponibile in piattaforma in un solo giorno lavorativo.