formazione

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

BANDO FORMAZIONE AUTOTRASPORTI,

nuove azioni di formazione nel settore autotrasporto – D.M. 208/2016.

Il MIT approva la concessione dei contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto.

Saranno dunque finanziate la formazione o l’aggiornamento professionale  volte all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa, alle nuove tecnologie, allo sviluppo della competitività ed all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro.

Le domande per accedere ai contributi possono essere presentate dal 26 settembre 2016 ed entro e non oltre il 28 ottobre 2016, in via telematica, sottoscritte con firme digitale dal rappresentante legale dell’impresa, del consorzio o della cooperativa richiedente, attraverso procedura che sarà pubblicata sul sito del Ministero.

Possono proporre domanda di accesso ai contributi:

  • le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi aventi sede principale o secondaria in Italia, regolarmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale, come da Regolamento (CE) n. 1071/2009;
  • le imprese che esercitano la professione esclusivamente con i veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate, regolarmente iscritte all’albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi;
  • le strutture societarie risultanti dall’aggregazione di imprese regolarmente iscritte nella sezione speciale dell’Albo predetto.

Ogni impresa può presentare una sola domanda di accesso a contributo.

Con l’Avviso pubblico il MIT mette a disposizione euro 10.000.000,00. Il contributo massimo erogabile è pari a Euro 150.000,00, per impresa, o nel caso di raggruppamento di imprese, per ogni impresa che all’interno del raggruppamento partecipi concretamente all’attività formativa.

Le spese complessive per l’attività didattica relative al personale docente, ai tutor, alle spese di trasferta, ai materiali e forniture attinenti al progetto, all’ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota parte da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione e al costo dei servizi di consulenza, dovranno essere pari o superiori al 50% di tutti i costi ammissibili.

Per ogni progetto formativo, la formazione a distanza non potrà superare il 20% del totale delle ore di formazione (6 ore).

In fase di inserimento della richiesta è fatto obbligo di indicare il soggetto attuatore delle azioni formative, conformemente all’articolo 3, comma 2 del D.P.R. n. 83 del 29/05/2009, che non potrà essere modificato.

I soggetti attuatori sono individuati esclusivamente fra gli enti o istituti, che siano in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

  1. siano di diretta emanazione di associazioni nazionali di categoria presenti in seno al Comitato centrale per l’albo degli autotrasportatori ovvero di loro articolazioni territoriali;
  2. costituiscano associazioni temporanee di imprese o associazioni temporanee di scopo comprendenti enti o istituti in possesso dei requisiti di cui alla lettera a).

Al momento della domanda dovranno essere obbligatoriamente indicati i seguenti elementi:

  • il soggetto attuatore;
  • il programma del percorso formativo;
  • dichiarazione di impegno del s.a. a realizzare quanto previsto nella proposta di progetto presentata;
  • preventivo di spesa relativo a:
  1. costi della docenza in aula;
  2. costi dei tutor;
  3. altri costi per l’erogazione della formazione;
  4. spese di viaggio di formatori e partecipanti;
  5. materiali e forniture con attinenza al progetto;
  6. ammortamento degli strumenti e delle attrezzature imputabili esclusivamente al piano ;
  7. costi dei servizi di consulenza (20% del totale costi ammissibili);
  8. costi di personale dei partecipanti al progetto di formazione;
  9. spese generali indirette;
  10. calendario del corso.

I piani formativi dovranno essere avviati a partire dal 1° dicembre 2016 e con termine 31 maggio 2017.

Da tali iniziative sono esclusi i corsi di formazione finalizzati all’accesso alla professione di autotrasportatore e all’acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l’esercizio di una determinata attività di autotrasporto. Non sono concessi aiuti alla formazione organizzata dalle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.